Mensile La Toscana

La TOSCANA – Gennaio 2014

Apriamo il nuovo anno con un altro bel numero de La Toscana che propone una serie di “sguardi” (mutuando il titolo del quadro di Monica Giarrè al quale dedi-chiamo la nostra copertina) sulla nostra regione. A cominciare da una serie di mostre d’arte di alto profilo come quelle di Antonio Possenti, Sergio Nardoni, Francesco Nesi, Antonio Ciccone, Luigi Falai, Carlo Ciucchi, Pierluigi Armiento e delle em-polesi Lorella Consorti, Nila Ciardi, Cosetta Dipie-trantonio e Paola Pini.
Del Gruppo Donatello presentiamo l’originale pre-sepe installato nel cuore del piazzale Donatello che è stato inaugurato dal cardinale Giuseppe Betori e dal presidente del Consiglio comunale di Firenze Eugenio Giani.
Poi due bei libri, Intervenite numerosi! di Alessan-dro Sarti e Il primo amore di Donato Massaro, e il ritratto “poetico” della valente poetessa fiorentina Roberta Degl’Innocenti.
L’amarcord del professor Costantino Caserta ci ri-porta alle mille peripezie da lui vissute durante la seconda guerra mondiale prima di approdare a Fi-renze dove incontrò, settant’anni fa, la donna della sua vita e il suo secondo amore: lo studio.
Il nostro collaboratore Duccio Ricciardelli presenta il video dedicato a Giotto con il quale ha conquista-to una meritata medaglia di bronzo al Premio Fiori-no in Palazzo Vecchio.
Non potevamo, poi, non occuparci della CSO, un’a-zienda all’avanguardia che proprio in questi giorni ha inaugurato, alla presenza del Sindaco di Scan-dicci, la nuova sede e una nuova filosofia aziendale. Il lavoro di Paraskevì Zerva, bravissima scultrice greca, viene proposto ai lettori da Daniela Pronestì mentre Giulia Ballerini ci aiuta a ricordare, a tre anni dalla scomparsa, la figura di Renato Cantinelli.

Fabrizio Borghini fabrizio.borghini[AT]toscanacultura.it

Lascia un commento